Sao Tomè, fra solidarietà e nuove sfide: la lettera di M. Marisa

Sao Tomè, fra solidarietà e nuove sfide: la lettera di M. Marisa

Ad attenderci al rientro dalla pausa estiva, abbiamo trovato una sorpresa davvero gradita: una lettera di ringraziamento di Sr. Marisa Odorizzi, madre canossiana originaria di Bolzano e missionaria a Santana nell’isola di Sao Tomè.

L’impegno quotidiano di M. Marisa e delle consorelle della comunità di Santana, è quello di portare un aiuto concreto ai tantissimi bambini, giovani e famiglie che vivono alla giornata, fra sacrifici e privazioni.

Grazie ai tanti amici che hanno scelto il Sostegno a Distanza, oltre 250 bambini e ragazzi di Sao Tomè possono, infatti, andare a scuola regolarmente e ricevere risposta ai loro bisogni primari; inoltre molti anziani e bisognosi della zona e delle Roças vengono assistiti periodicamente tramite distribuzione di viveri e beni di prima necessità. Tali attività di sostegno al prossimo non sono mai venute meno neanche durante la quarantena… e questo non sarebbe stato possibile senza il costante supporto di Voi benefattori!

M. Marisa mentre porta alimenti e beni di prima necessità ad una famiglia in difficoltà

Anche Sao Tomè, infatti, è stata colpita dall’epidemia, ma fortunatamente con conseguenze meno gravi rispetto a quanto accaduto nel nostro paese; tuttavia da fine marzo tutte le scuole sono state chiuse per contenere il contagio e sono state introdotte misure di distanziamento sociale e limitazioni alle attività economiche.

Mensa di poveri di Santana

Da fine luglio, però, le autorità hanno leggermente allentato le restrizioni sanitarie e, come ci annuncia M. Marisa, a Santana è potuto ricominciare il corso di informatica, fra l’entusiasmo dei ragazzi. Anche le attività delle parrocchie stanno un po’ alla volta riprendendo…

Gli alunni del corso di informatica con l’insegnante

Infine in Settembre è previsto l’inizio del nuovo anno scolastico, fra incertezze e l’introduzione di nuove regole per ridurre il rischio di contagio.

M. Marilù e alcune ragazze assistite dalla missione di Santana

Sicuramente il ritorno fra i banchi di scuola sarà una delle sfide che attende le madri canossiane, così come dare una risposta al crescente numero di poveri che si rivolge quotidianamente alla Comunità a seguito del peggioramento della situazione economica…
Ma con il vostro aiuto M. Marisa, M. Ignacia, M. Maria e M. Marilù sono pronte a superare anche questa prova!

Qui potete scaricare la lettera completa di M. Marisa

Per saperne di più

Per saperne di più sul Sostegno a Distanza e sulle iniziative della Fondazione Canossiana a Sao Tomè:
info@fondazionecanossiana.org
adozioni@fondazionecanossiana.org
tel. 045 597653